Matronae Rituales dell’antica Roma

Risparmio Idrico e Water Saving & Personal Care Kialab
Risparmio idrico e personal care
21/05/2018

Vi conduciamo alla scoperta della cura personale antica di 2000 anni, ricercando i rituali dei nostri avi per meglio comprendere le usanze attuali e riscoprirne sopiti segreti di bellezza.

Sarà un viaggio tra ingredienti, profumi, texture e ricette che la domina romana, circondata dalle sue schiave cosmetae, compiva sapientemente ogni giorno, per curare ed abbellire il suo aspetto.

Per la matrona il momento della toeletta era un vero e proprio rito, un’arte da custodire gelosamente.

Abluzioni e un’accurata depilazione davano inizio a questa consuetudine, seguivano una seduta di acconciatura e talvolta tintura, applicazione di impacchi, creme e unguenti, infine era la volta del make-up e del profumo.

Kialab Matronae Rituales antichi rituali di bellezza romana
“Queste cure fanno belle, ma son brutte a vedersi. Spesso ciò che piace, piace quando è fatto, mentre si fa dispiace”
[Ovidio, Ars Amatoria].

INIZIAMO IL NOSTRO VIAGGIO...


La domina si sedeva su uno sgabello circondata dalle ornatrices o schiave cosmetae, figure deputate alla produzione dei cosmetici e alla cura della bellezza delle proprie padrone.

La matrona si dedicava alla propria ”art ornatrix” detergendo la pelle con il ‘sapo’, una pasta ammorbidente a base di grasso di capra e di cenere di saponaria oppure utilizzando detergenti naturali, spugna naturale o pietra pomice (pumex).

L’uso di questi detergenti fortemente abrasivi rendeva necessario cospargere il corpo con oli profumati dopo ogni bagno, per restituire alla pelle elasticità e morbidezza.

Il viso veniva trattato con maschere di bellezza generalmente a base vegetale, contenenti ad esempio miele, orzo o lenticchie, con l’aggiunta di essenze profumate di rosa o mirra.

Plinio il Vecchio consigliava contro le rughe l’uso di latte d’asina, moda poi diffusa da Poppea.

Il trucco era l’ultimo passo del matronae rituale. Il volto veniva cosparso di gesso o biacca, opportunamente mescolata con miele e sostanze grasse per conferire al volto un candore giovanile, caratteristica distintiva delle donne aristocratiche.

La domina utilizzava una sorta di fondotinta per colorare le gote, a base di coloranti come la terra rossa di Selina (proveniente da Selinunte, Sicilia), la feccia del vino, il fucus (estratto di alga) o l’ocra rossa.

Gli occhi erano evidenziati con una sostanza nera (eye liner), ottenuta dalla fuliggine, dall’inchiostro di seppia o da formiche abbrustolite (per un effetto water-proof).

Le palpebre superiori venivano rimarcate con l’ombretto verde o azzurro, ottenuto dalla triturazione di minerali come la malachite e l’azzurrite.

Infine per dare colore alle labbra, si applicava un rossetto a base di feccia di vino o ocra e, secondo la testimonianza di Ovidio, il colore più in voga era sempre lui… il rosso!

Galeno di Pergamo, medico greco interessato a molte branche della farmacia e della medicina, è tutt’oggi ricordato per aver formulato il ceratum refrigerans, letteralmente la cera rinfrescante o la moderna “cold cream”.

…MATRONAE RITUALES 2018

Ispirati dal passato, abbiamo studiato formulazioni cosmetiche che ripercorrono questo antico rituale e si ispirano ad esso per materie prime, claim e utilizzo.

THERMAL FOAMING BATH

Detergente corpo ideale per pelli secche, a base di tensioattivi dotati di buona dermo-compatibilità, nel rispetto della barriera cutanea.

Arricchito con olio essenziale di basilico e ricco in oligoelementi dalle acque termali.

BODY OIL

Olio corpo dal tocco pieno e ricco, ideale per ammorbidire e proteggere la cute secca o molto secca.

Ricca in olii vegetali ed agenti antiossidanti.

CLAY MASK

Purifica e illumina l’incarnato. Si tratta di una maschera all’argilla, arricchita con miele, estratto di bardana e polvere di chlorella.

  • Modo d’uso: distribuire su tutto il volto e attendere l’asciugatura, quindi sciacquare.
  • INCI: Aqua, Glycerin, Glyceryl stearate, Argilla, Isononyl isononanoate, Dicaprylyl carbonate, Pentaerythrityl distearate, Cetearyl alcohol, Olus oil, Vitis vinifera seed oil, Chlorella vulgaris powder, Ceteareth-20, Propylene glycol, henoxyethanol, Ceteareth-12, Cetyl palmitate, Parfum, Stearalkonium hectorite, Maltodextrin, Honey, Arctium lappa root extract, Propylene carbonate, Ethylhexylglycerin, Tetrasodium glutamate diacetate.

Compila il form sottostante per richiedere la campionatura o acquistare la formula CLAY MASK.

ANTI-AGE CREAM

Crema a base naturale, adatta per le pelli mature e disidratate.

Ricca in emollienti, cere e latte d’asina per un ricco nutrimento cutaneo.

COLD CREAM

Crema fondente, idratante e nutriente per massaggiare le zone più secche o con le prime evidenze del tempo.

FLUID FOUNDATION

Fondotinta leggero e fluido per omogeneizzare la colorazione della pelle, rendendola chiara e luminosa, arricchito in filtro UV per proteggere la cute dai raggi solari.

  • INCI: Aqua, Dodecane, Glyceryl stearate, Titanium dioxide, Dicaprylyl carbonate, Propylene glycol, Ethylhexyl palmitate, Isononyl isononanoate, Talc, Cyclopentasiloxane, Aluminum starch octenylsuccinate, Beheneth-25, Cyclohexasiloxane, Dimethicone, Ethylhexyl methoxycinnamate, Phenoxyethanol, Synthetic fluorphlogopite, Ceteareth-20, Magnesium aluminum silicate, Mica, Ceteareth-12, Cetearyl alcohol, Cetyl palmitate, Xanthan gum, CI 77492, CI 77491, Ethylhexylglycerin, Lauroyl lysine, Disteardimonium hectorite, CI 77499, Propylene carbonate.

Compila il form sottostante per richiedere la campionatura o acquistare la formula FLUID FOUDATION.

LIP STICK

Balm idratante per una colorazione leggera e matt che evidenzia la normale colorazione delle labbra, adatto anche all’uso su labbra secche e screpolate.

EYE SHADOW
Ombretto in crema blu iridescente.
 

Dall’esperienza dei nostri laboratori, sono nate formulazioni in linea con questi trends, che potrebbero ispirarti.

Compila il form per richiedere le campionature o sviluppare insieme a noi il tuo antico rituale di bellezza.

Autorizzo l'utilizzo dei dati personali in conformità alle disposizioni stabilite dalla legge sulla privacy (Reg. UE n. 679/2016)
Italiano